MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction)

di Pietro Spagnulo

Che cos’è l’MBSR

È il primo programma strutturato – per questa ragione detto anche “protocollo” – di introduzione alla mindfulness, fondato da Jon Kabat-Zinn presso l’Università del Massachusetts nel 1979.

MBSR significa Mindfulness Based Stress Reduction e cioè un programma di riduzione dello stress basato sulla mindfulness, intendendosi per stress tutto ciò che sovraccarica l’organismo, dall’ansia, le preoccupazioni, il dolore, fino alle malattie.

Sin dal suo avvio, risultò ben evidente che questo programma rappresentava una vera rivoluzione nel campo degli interventi medici per lo stress, il dolore e un gran numero di malattie e disturbi. Invece di focalizzarsi sul danno o il problema, l’MBSR è stato immediatamente proposto come un intervento sulla persona nella sua interezza e dunque sulle sue risorse.

Le persone che parteciparono ai primi programmi di MBSR mostrarono rapidamente un beneficio che poteva essere attribuito solo alla loro capacità di rispondere allo stress, al dolore o alle malattie, in modo nuovo, e cioè senza cadere nella trappola della sofferenza che alimenta sofferenza, a causa del rifiuto o della rassegnazione, e grazie a una maggiore presenza, consapevolezza e capacità di integrare e mettere insieme le risorse positive.

Come si svolge l’MBSR

Il programma prevede otto settimane di lavoro intensivo con otto incontri di gruppo e almeno 45 minuti al giorno di esercizi e meditazioni da svolgere tra un incontro e l’altro.

Durante le otto settimane vengono introdotti una alla volta i principi (stare nel presente, accogliere, e rispondere invece di reagire), e le meditazioni fondamentali della mindfulness (la meditazione dell’uvetta, il body scan, la meditazione del respiro, la meditazione dei suoni e dei pensieri, e la meditazione aperta), con una grande attenzione alla condivisione dell’esperienza e ai conseguenti interventi del trainer.

Trattandosi di un corso esperenziale e pratico, viene dedicato poco spazio alle discussioni teoriche, e molto spazio all’esperienza e alla sua condivisione. La condivisione dell’esperienza consente dunque al trainer di intervenire per aiutare i partecipanti a comprendere sempre più profondamente e mettere sempre più in atto alcune abilità fondamentali.

Quali sono i problemi per cui è utile l’MBSR

Nel corso degli anni, l’MBSR è stato utilizzato e studiato per un gran numero di problemi di salute. Solo per fare qualche esempio, si è evidenziata l’utilità dell’MBSR per i disturbi correlati allo stress, l’ansia, il dolore cronico, la fibromialgia, alcuni problemi cardiaci, l’ipertensione, l’asma, i disturbi del sonno.

A chi rivolgersi

l’MBSR può essere tenuto da professionisti che abbiano a loro volta svolto uno specifico training o master post laurea che dura alcuni anni e che include supervisioni effettuate da trainer esperti. Diventare istruttori di MBSR è difficile e richiede una grande motivazione, molta pratica, molto studio e speciali doti di carattere.

Per chi voglia effettuare un MBSR è importante dunque informarsi sulle competenze e sui titoli dell’istruttore.

Vedi il video di introduzione all’MBSR di Fabrizio Tabiani

MBSR online in videoconferenza image

MBSR online
in
videoconferenza

Corso online live
in videoconferenza

Con la guida di Fabrizio Tabiani, in otto settimane, i partecipanti sono introdotti alle principali meditazioni della mindfulness, apprendono i suoi principi, e gli atteggiamenti e comportamenti più proficui per affrontare lo stress, l'ansia, la depressione e i momenti difficili.

Il corso online, live, interattivo, in videoconferenza è un'occasione imperdibile di partecipare a un MBSR con un insegnante esperto, e se perdi una lezione puoi accedere successivamente alla registrazione dell'incontro.

Infine, hai la possibilità di accedere direttamente al materiale didattico, che viene di solito fornito a mano nel corso dell'MBSR, immediatamente disponibile nel tuo spazio riservato, e senza muoverti da casa.

Per saperne di più