Yoga mindfulness guide pratiche

Psichiatra, psicoterapeuta ACT, docente di terapia cognitivo comportamentale, fondatore e responsabile scientifico dell'Istituto per le Applicazioni della Mindfulness alla psicoterapia e la medicina.
Leggi tutto

Centri IAM

Yoga mindfulness

Gruppo: 

Lo Yoga mindfulness non è un particolare tipo di Yoga, ma è semplicemente l'utilizzazione dello Yoga (principalmente Hatha Yoga) come mezzo per praticare la mindfulness.

Sebbene lo Yoga sia un'antica disciplina fisica, mentale e spirituale ramificata in numerose varianti, l'origine del termine Yoga mindfulness è invece molto recente e coincide con l'inclusione di alcune asana (posizioni) Yoga all'interno della pratica della mindfulness così come viene insegnata in occidente soprattutto con finalità mediche a partire dal lavoro pionieristico di Jon Kabat-Zinn negli anni '70.

Come descritto nella sezione dedicata alla mindfulness, questa pratica meditativa include alcune varianti come la meditazione del respiro, la meditazione del corpo, la meditazione dei suoni e dei pensieri, la meditazione camminata e lo Yoga mindfulness.

Ciò che distingue le diverse meditazioni è fondamentamente l'oggetto principale di attenzione. Se nella meditazione del respiro, nella meditazione del corpo, in quella dei suoni, dei pensieri e la camminata, gli oggetti sono rispettivamente il respiro, il corpo, i suoni, i pensieri e l'atto del camminare, nello Yoga mindfulness l'oggetto principale di attenzione è l'esecuzione delle posizioni yoga.

Nella pratica della mindfulness, infatti, qualsiasi evento percepibile può essere oggetto di attenzione e dunque non sorprende che anche le posizioni yoga possano assumere il ruolo di oggetto di focalizzazione dell'attenzione. Allo stesso modo, come avviene in tutte le altre pratiche della mindfulness, viene dato particolare rilievo al modo caratteristico con il quale vengono "trattate" le normali deviazioni dell'attenzione.

Nella meditazione del respiro, ad esempio, quando la mente divaga e si allontana spontaneamente dal respiro, l'istruzione consiste nel notare la divagazione, accoglierla e riconoscerla, nel diventarne semplicemente consapevoli, per poi riportare l'attenzione al respiro.

Allo stesso modo, nello Yoga mindfulness, le deviazioni dell'attenzione sono accolte e riconosciute, per portare nuovamente l'attenzione alla posizione che si sta tenendo.

Si ritiene, infatti, che lo scopo fondamentale della mindfulness non sia la concentrazione o l'assorbimento, ma la consapevolezza dell'esperienza interiore che include le normali deviazioni dell'attenzione e la normale tendenza ad essere distratti da pensieri, immagini, ricordi, giudizi, idee, preoccupazioni, anticipazioni del futuro e da qualsiasi evento che attiri l'attenzione distogliendola dall'oggetto principale.

La sequenza di focalizzazione, divagazione e rifocalizzazione è lo specifico "allenamento" della mindfulness che promuove la consapevolezza e la percezione dalla propria attività mentale in quanto tale.

Lo Yoga mindfulness, tra le diverse pratiche della mindfulness, possiede però alcune caratteristiche speciali che lo rendono particolarmente prezioso.

Innanzitutto consente di unire alla pratica della mindfulness una benefica attivazione fisica.

In secondo luogo, proprio in virtù dell'impegno fisico anche molto intenso, consente di esplorare e superare i supposti limiti di resistenza. Jon Kabat-Zinn ha coniato il termine working the edge che può essere tradotto come lavorare su limiti.

La consapevolezza del divario tra limiti supposti dalla mente, e la possibilità di superarli diventa una occasione per sperimentare la possibilità di superare supposti limiti anche in aree di sofferenza emotiva.

Pertanto, la possibilità di superare la fatica di tenere una posizione può insegnare che è possibile superare l'idea che una certa emozione sia intollerabile.

È il caso, ad esempio, della possibilità di superare alcune paure "intollerabili", o la tendenza percepita come "incoercibile" a cadere in alcuni comportamenti negativi o distruttivi.

Da questo punto di vista lo Yoga mindfulness ha uno straordinario ruolo terapeutico in molti disturbi e problemi emotivi, dai problemi di ansia, alle compulsioni e a molte dipendenze.

 

 

 

Libri & ebook consigliati

Mindfulness - Guida pratica

Pietro Spagnulo

Guida pratica alla mindfulness, anche in formato ebook, con guide audio integrate, oppure liberamente disponibili online, o acquistabili come mp3.

La guida alla mindfulness più immediata, semplice e pratica attualmente disponibile. La complessità dell'argomento non consente infatti giri di parole. Vi sono alcuni principi della pratica che devono essere semplicemente messi in atto con immediato beneficio, lasciando la speculazione ad altri momenti ed altre sedi.

Corsi

Il protocollo MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) ONLINE, per apprendere la mindfulness comodamente a casa con Marco Tosi, uno dei più autorevoli docenti di Mindfulness Based Interventions. Con video, audio, slide. Disponibile anche modulo ECM con 5 crediti formativi.

Il primo corso ONLINE completo sull'Acceptance and Commitment Therapy realizzato in Italia, costantemente aggiornato con le nuove acquisizioni per comprendere i principi metodologici e tecnici con cui impostare il trattamento o integrare il proprio setting con l'approccio ACT. Seconda edizione

Innovativo corso psicoeducazionale online per tutti sul Disturbo di Panico: in cosa consiste, come nasce, quali sono i sintomi e, soprattutto, cosa bisogna fare per superarlo.
Include una parte on-demand sempre disponibile e tutoraggio in videoconferenza. Con modulo di accreditamento (5 crediti formativi) ECM per medici e psicologi.

Corso FAD per psicoterapeuti, psicologi, psicoterapeuti età evolutiva

L’Acceptance and Commitment Therapy (ACT, in italiano “Terapia basata sull’accettazione e l’impegno”,   Hayes, Strosahl & Wilson, 1999), propone un atteggiamento verso il dolore e verso la vita radicalmente diverso: ogni persona sperimenta la sofferenza.

Programma ACT live in videoconferenza per il disturbo di panico.

Gli incontri in videoconferenza sono tenuti dal Dott. Pietro Spagnulo, autore del best seller Liberi dal panico e del Videocorso anti-panico on demand e sono basati sul programma ACT da lui tenuto a Roma da oltre 10 anni.

La mindfulness non è solo una tecnica, ma un'abilità umana che può essere approfondita ed estesa, e approfondire la mindfulness significa, in fin dei conti, approfondire la conoscenza di se stessi, migliorare la qualità della propria vita e acquisire strumenti per affrontare le difficoltà emotive e lo stress.
Per questa ragione, una parte essenziale del lavoro con la mindfulness si svolge con il tutoraggio di una persona esperta che conduca l'inquiry, cioè la difficile arte di ricavare valore e conoscenza dalla propria esperienza di meditazione.

Un corso online gratuito su come calmarsi durante un attacco di panico, di Pietro Spagnulo.

Il trattamento del Disturbo di Panico basato sulla mindfulness e le terapia di terza generazione include diversi aspetti, tra cui la defusione e l'esposizione.

Sei ore di supervisione ACT in videoconferenza (suddivise in 3 incontri di 2 ore ciascuno) con Pietro Spagnulo.

L’Acceptance and Commitment Therapy (ACT) è uno dei più avanzati e fecondi approcci di terapia cognitivo comportamentale detti di “terza generazione”.

L’ACT si basa su:
1. La Relational Frame Theory, un modello del comportamento umano che supera alcuni limiti del cognitivismo e del comportamentismo.
2. Un rigoroso approccio scientifico ed epistemologico chiamato Contextual and Functional Psychology.
3. La mindfulness.

L'interazione con un istruttore qualificato è indispensabile per essere introdotti alla pratica della mindfulness o per approfondirne la conoscenza e le possibilità.

Il tutoraggio online consente una comoda consultazione di istruttori di grande competenza e esperienza anche se distanti dalla città in cui si abita.

L'Acceptance and Commitment Training è un corso di crescita personale basato sulla mindfulness e l'ACT - l'approccio più avanzato della terapia cognitivo comportamentale - per risolvere difficoltà emotive come l'ansia, il panico, la fobia sociale e i problemi di autostima.

Webinar con partecipazione del pubblico in aula, organizzato dall'Ordine degli Psicologi della Lombardia, con Pietro Spagnulo e Stefano Marchi di introduzione alla mindfulness nella psicoterapia contemporanea. Con dibattito finale a cui è possibile intervenire anche da casa. Iscriviti subito all'indirizzo http://www.opl.it/evento/19-10-2015-Webinar-Mindfulness-introduzione-e-a...

La psicoeducazione (educazione al disturbo, del paziente ed eventualmente dei suoi familiari) è stata sempre una componente fondamentale della terapia cognitivo comportamentale, al punto da divenire in se stessa un formidabile strumento terapeutico con una sua propria misurabile efficacia (Falloon, Liberman).

Apprendere la mindfulness è una esperienza intima di grande profondità che è fortemente influenzata dalla lingua utilizzata per comunicare con il trainer.

Quando si vive lontani dall'Italia, anche se si conosce molto bene la lingua del paese in cui si vive e lavora, l'esperienza di apprendimento della mindfulness può essere molto facilitata e approfondita dalla utilizzazione della madre lingua.

Parte del lavoro con la mindfulness ha a che fare con la scoperta di pensieri, emozioni e sensazioni che vengono intimamente riconosciuti e "nominati" in italiano.

Consulenza individuale in Acceptance and Commitment Training, la versione più aggiornata di lavoro personale con la mindfulness e l'ACT per superare le forme più diffuse di disagio emotivo (ansia, panico, DOC e problemi correlati allo stress e l'autostima).

Per richiedere una consulenza online, seleziona e contatta un consulente alla pagina consulenti online.