Depressione guide pratiche

Segretario IAM, Psicologo e psicoterapeuta ad orientamento Cognitivo Comportamentale. Docente e Supervisore  dell'Associazone Italiana Analisi e Modificazione del Comportamento (AIAMC- www.aiamc.itdi cui è membro del Consiglio Direttivo.

Depressione

Gruppo: 

La mindfulness e la psicoterapia cognitivo comportamentale sono tra gli interventi più efficaci per la depressione, che, nella sua forma più seria, chiamata depressione maggiore, è una delle più gravi e devastanti malattie psichiatriche.

La depressione, anche se ben trattata, è frequentemente ricorrente, in quanto periodicamente può ripresentarsi con gli stessi sintomi.

Il programma per la prevenzione delle ricadute nella depressione è uno dei due protocolli Mindfulness-based più studiati al mondo (vedi Mindfulness Based Cognitive Therapy - MBCT).

La grande mole di dati raccolti ha fatto si che attualmente il protocollo MBCT sia il trattamento che le linee guida consigliano nei casi in cui una persona abbia sperimentato due o più episodi depressivi.

La mindfulness viene integrata nella terapia cognitivo comportamentale con l'Acceptance and Commitment Therapy, uno degli approcci più avanzati per la terapia dei disturbi di ansia e dell'umore.

In termini generali si può affermare che la terapia basata sulla mindfulness aiuta la persona a prendere le distanze dai pensieri disfunzionali e dalla tendenza continua a interpretare in modo negativo le esperienze della vita.

Il programma favorisce lo sviluppo di un nuovo modo di entrare in contatto con la propria esperienza interna (pensieri, emozioni e sensazioni).  Le persone che seguono il protocollo imparano infatti  ad uscire dalla tendenza catastrofizzante e rimuginativa e riescono a riconoscere i propri pensieri per quello che sono (ovvero contentuti mentali che non sono per forza reali) evitando così di scivolare nella spirale di pensieri negativi che tutte le persone affette da depressione conosco molto bene.

Più nello specifico possiamo affermare che l’approccio basato sulla mindfulness serve a prevenire le ricadute della depressione in quanto aiuta la persona:

  • a riconoscere sin dalle prime fasi  quando il tuo umore sta cominciando a scendere; 
  • a fermare l’evoluzione dei pensieri negativi e a concentrarsi sul momento presente, piuttosto che rivivere il passato o preoccuparsi del futuro;
  • a stare in contatto con le proprie emozioni, pensieri e sensazioni in modo non giudicante, diminuendo di conseguenza la possibilità di entrare in vicoli ciechi caratterizzati da forte rimuginio;
  • a sviluppare la capacità di essere aperti a anche emozioni dolorose. Aiuta la persona ad entrare in contatto anche con eventuali stato d'animo angoscianti, permettendo ai pensieri e alle sensazioni di andare e venire, senza il bisogno di attivare un combattimento che porterebbe unicamente ad aumentare gli aspetti depressivi.

Recentemente si aggiungono sempre più dati che, oltre alla somministrazione di farmaci, la mindfulness è efficace anche nelle fasi acute della depressione.

Consulta il libro Liberi dalla depressione - Con la terapia cognitivo comportamentale di terza generazione

 

MBSR online

Il protocollo MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) ONLINE, per apprendere la mindfulness comodamente a casa con Marco Tosi, uno dei più autorevoli docenti di Mindfulness Based Interventions. Con video, audio, slide. Disponibile anche modulo ECM con 5 crediti formativi.

Libri & ebook consigliati