Perché sono tutti interessati alla mindfulness

Psichiatra, psicoterapeuta ACT, docente di terapia cognitivo comportamentale, fondatore e responsabile scientifico dell'Istituto per le Applicazioni della Mindfulness alla psicoterapia e la medicina.
Leggi tutto

Perché sono tutti interessati alla mindfulness

Negli ultimi anni la mindfulness e gli interventi psicoterapeutici e medici basati sulla mindfulness hanno avuto una enorme diffusione di cui non c'è molto da meravigliarsi, vista la loro efficacia per lo stress e tanti problemi emotivi.

Può sorprendere invece il fatto che psicoterapeuti di tutte le scuole abbiano iniziato a interessarsi alla mindfulness come area di intervento professionale nonostante il campo della psicoterapia sia stato per molti anni contrassegnato da una bizzarra esplosione di centinaia di scuole e approcci spesso in lotta tra loro e comunque molto diversi nei principi e nell'operatività.

Da qualche anno si osserva un fenomeno assolutamente nuovo: la mindfulness mette tutti d'accordo.

Sono interessati alla mindfulness comportamentisti, psicoanalisti, cognitivisti, terapeuti relazionali di ogni tipo e di ogni sotto-famiglia rinunciando, in un solo colpo, a ogni forma di "integralismo" di scuola.

Il fenomeno è talmente evidente da farci chiedere il perché.

In questo articolo proverò a tracciare un'ipotesi.

Tutti gli approcci tradizionali, pur divergendo nei modelli e nei principi, sono accomunati da un interesse prevalente nei contenuti mentali, cioè negli specifici pensieri e nelle specifiche emozioni dei loro clienti.

Gran parte del lavoro psicoterapeutico tradizionale si muove con l'intento di modificare taluni pensieri, convinzioni, emozioni, istanze conscie o inconsce che siano, considerati conflittuali, problematici o disfunzionali.

La mindfulness si muove in un ambito di intervento completamente diverso in cui la narrazione personale, gli specifici pensieri, le specifiche emozioni, le specifiche convinzioni, insomma i contenuti mentali più o meno consci o inconsci sono in larga misura irrilevanti.

L'oggetto della mindfulness è il rapporto con i propri contenuti mentali. Qualsiasi essi siano.

Negli interventi basati sulla mindfulness non vi sono pensieri, emozioni o contenuti mentali che siano considerati per se stessi problematici o disfunzionali. Ciò che è considerato davvero rilevante è il grado di libertà o flessibilità nei confronti della propria mente, qualsiasi cosa dica.

Le persone che lavorano con la mindfulness sono invitate a non lottare con la propria mente, ma ad accoglierne i suoi contenuti senza distinguere tra contenuti buoni e cattivi, sani o malati, giusti o sbagliati, ma riservandosi di scegliere i comportamenti più appropriati nelle diverse situazioni.

Il grado di salute è misurato in termini di gradi di flessibilità con cui le persone si rapportano al loro mondo interno.

Questo è il salto concettuale spesso considerato alla base dell'idea che la mindfulness abbia introdotto nuovi paradigmi nella psicoterapia, da cui il termine psicoterapia di terza generazione.

Ed è questo il salto concettuale e quindi anche operativo che infiamma gli animi degli psicoterapeuti finalmente liberi anch'essi di non dover spiegare, valutare, o peggio giudicare, ogni singolo pensiero, fantasia, emozione.

Gli psicoterapeuti di tutte le scuole sono contenti di poter dedicarsi al grado di libertà in relazione mente, piuttosto che all'analisi della mente.

Meditare, in fondo, non è altro che stare lì a osservare la mente, osservarne il suo lavorio, spesso inutile, inconcludente o anche dannoso, ma senza entrare nel merito.

La mente viene considerata come un organo che svolge la sua funzione.

E noi non siamo la nostra mente.

 

Libri & ebook consigliati

Mindfulness - Guida pratica

Pietro Spagnulo

Guida pratica alla mindfulness, anche in formato ebook, con guide audio integrate, oppure liberamente disponibili online, o acquistabili come mp3.

La guida alla mindfulness più immediata, semplice e pratica attualmente disponibile. La complessità dell'argomento non consente infatti giri di parole. Vi sono alcuni principi della pratica che devono essere semplicemente messi in atto con immediato beneficio, lasciando la speculazione ad altri momenti ed altre sedi.

I corsi online

Il protocollo MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) ONLINE, per apprendere la mindfulness comodamente a casa propria con Marco Tosi, uno dei più autorevoli docenti di Mindfulness Based Interventions. Con video, audio, slide. Anche in versione ECM.

Il primo corso ONLINE completo sull'Acceptance and Commitment Therapy realizzato in Italia, costantemente aggiornato con le nuove acquisizioni per comprendere i principi metodologici e tecnici con cui impostare il trattamento o integrare il proprio setting con l'approccio ACT. Seconda edizione

Innovativo corso psicoeducazionale online sul Disturbo di Panico: in cosa consiste, come nasce, quali sono i sintoi e, soprattutto, cosa bisogna fare per superarlo.

Corso FAD per psicoterapeuti, psicologi, psicoterapeuti età evolutiva

L’Acceptance and Commitment Therapy (ACT, in italiano “Terapia basata sull’accettazione e l’impegno”,   Hayes, Strosahl & Wilson, 1999), propone un atteggiamento verso il dolore e verso la vita radicalmente diverso: ogni persona sperimenta la sofferenza.

Un corso online gratuito su come calmarsi durante un attacco di panico, di Pietro Spagnulo.

Il trattamento del Disturbo di Panico basato sulla mindfulness e le terapia di terza generazione include diversi aspetti, tra cui la defusione e l'esposizione.

Consulenze online

L'interazione con un istruttore qualificato è indispensabile per essere introdotti alla pratica della mindfulness o per approfondirne la conoscenza e le possibilità.

Il tutoraggio online consente una comoda consultazione di istruttori di grande competenza e esperienza anche se distanti dalla città in cui si abita.

L'Acceptance and Commitment Training è un corso di crescita personale basato sulla mindfulness e l'ACT - l'approccio più avanzato della terapia cognitivo comportamentale - per risolvere difficoltà emotive come l'ansia, il panico, la fobia sociale e i problemi di autostima.

Il tutoraggio online in videoconferenza con Fabrizio Tabiani, istruttore MBSR e MBCT e terapeuta ACT, consente ai partecipanti di interagire in tempo reale con un istruttore qualificato per un indispensabile momento di confronto e approfondimento della propria pratica.

La pratica della mindfulness è semplice, ma senza una guida può essere fraintesa fino al punto di non coglierne gli aspetti essenziali e quindi di non accedere pienamente ai suoi grandi vantaggi.

Consulenza individuale in Acceptance and Commitment Training, la versione più aggiornata di lavoro personale con la mindfulness e l'ACT per superare le forme più diffuse di disagio emotivo (ansia, panico, DOC e problemi correlati allo stress e l'autostima).

Per richiedere una consulenza online, seleziona e contatta un consulente alla pagina consulenti online.